Visitare Seattle (USA) in un paio di giorni: cosa vedere e curiosità

Visitare Seattle (USA) in un paio di giorni: cosa vedere e curiosità

Visitare Seattle (USA) in un paio di giorni: cosa vedere e curiosità

Visitare Seattle (USA) in un paio di giorni: cosa vedere e curiosità

Seattle è una città decisamente all’avanguardia, si trova sulla costa pacifica degli USA ed è celebre per riuscire spesso a trasformare le proprie abitudini locali in grandi idee e brand riconosciuti a livello globale.

seattle-usa-curiosita.jpg

Seattle è una delle grandi metropoli degli Stati Uniti, famosa in tutto il mondo per la sua scena musicale, la sua mentalità green, la sua mutevole cultura del caffè e la sua inclinazione per l’innovazione guidata da internet. Negli anni ‘80-’90 Microsoft a Seattle e Intel a Portland posero le basi per consentire a tutti noi di avere un computer nelle nostre case, facendo anche esplodere l’economia della zona. Prima di allora Seattle era considerata una città secondaria degli USA.

visitare-seattle-curiosita.jpg

Altro aspetto da non sottovalutare è tutto quello che si trova nei dintorni di Seattle, una natura unica e incontaminata che attornia una metropoli sempre sorvegliata dal vicino Monte Rainier, divenuto il simbolo della città, una grande massa di roccia e ghiaccio alta quasi 4400 metri.

Mentre molte persone di Seattle si affannano per diventare dei veri e propri trendsetter, tantissime altre si impegnano per mantenere vive quelle tradizioni che sono la vera anima della città, ben rappresentate nella sua urbanistica, nella cultura per il cibo “fatto e coltivato in casa”, il cui emblema è certamente il mercato pubblico: Pike Place Market.

Cosa vedere a Seattle in un paio di giorni?

  • Pike Place Market

Visitare Seattle significa perdersi nella folla di gente al mercato centrale della Downtown, pieno zeppa di bohémien vecchia scuola, ristoratori moderni, abbracciatori d’alberi, studenti, artisti, busker e turisti.

il Pike Place Market è i suoi rumori e profumi che si diffondono dalle bancarelle dei produttori locali ed artigiani, dai negozi vintage e di souvenir, dai ristoranti eccentrici.

Operativo dal 1907, Pike Place è una di quelle esperienze locali meravigliose che pongono l’accento su ciò che Seattle rappresenta nella sua anima: apertura, ecletticità, singolarità.

Quando vi trovate di fronte all’ingresso principale del Pike Place Market, invece di entrare scendete in quel vicoletto che vi ritrovate sulla sinistra. Qui troverete il Bubble Gum Wall, un muro completamente ricoperto di chewing-gum!

Di fronte al mercato, sotto i portici, trovate il primo Starbucks della storia, presente a Seattle dal 1971.

visitare-seattle-in-un-paio-di-giorni.jpg

CURIOSITÀ SULL’INSEGNA DI PIKE PLACE MARKET L’ingresso del mercato è da sempre situato alla fine di Pike Street Negli anni ‘30 l’entrata è stata coronata da quella che è considerata la prima e più grande insegna al neon ad ovest del Mississipi. La scritta e l’orologio al neon si trovano sopra al mercato del pesce, che a sua volta è situato sopra i bagni pubblici più antichi di Seattle. L’insegna precedente quella al neon stava a indicare proprio l’ingresso al bagno.

visitare-seattle-usa.jpg
  • Seattle Waterfront

Il Waterfront di Seattle è la parte più urbanizzata della costa di Elliott Bay. Una volta era il fulcro dell'attività marittima di Seattle. Dagli anni '60 l'area è stata sempre più destinata ad un uso ricreativo e commerciale. I moli centenari del lungomare sono oggi pieni di negozi e ristoranti. Ci sono poi diversi parchi, una ruota panoramica, un acquario e un hotel sull'acqua.

  • Seattle Center

I resti dell’Expo 1962 (Century 21 Exposition - Seattle World's Fair, Esposizione del XXI secolo - Fiera Internazionale di Seattle) sono ora al Seattle Center. L’Expo fu un vero e proprio successo che ha attratto 10 milioni di visitatori.

space-needle.jpg

SPACE NEEDLE: una torre aerodinamica, moderna per l’epoca dell’ Expo 1962, che è diventata il simbolo definitivo della città da più di 50 anni. Space Needle conta oltre un milione di visitatori l’anno, che si mettono in fila per salire sul punto di osservazione a forma di disco volante. All’interno anche un ristorante dove mangiare mentre si osserva il bellissimo panorama di Saettle dall’alto. Nonostante ciò, lo Space Needle non è il punto più alto da cui osservare la metropoli. Se si vuole una visuale ancora migliore, meglio recarsi al Columbia Center, il più elevato punto panoramico (287 metri). Consiglio di acquistare il biglietto unico che include l’ingresso sia allo Space Needle sia ai Chihuly Garden and Glass.

CHIHULY GARDEN AND GLASS: aperto nel 2012, questa sorprendente mostra sulla vita e le opere dello scultore di vetri Dale Chihuly è una delle cose assolutamente da non perdere a Seattle. Artistiche e colorate sculture di vetro, posizionate all’interno di sale espositive e nei giardini esterni, danno vita a un’atmosfera insolita e unica al mondo.

  • Fremont

A Fremont vivono vecchi hippy e giovani hipster, in mezzo a sculture costruite direttamente nella città che si susseguono tra le vie del quartiere. Da non perdere il ponte Fremont Bridge, la Statua di Lenin, la scultura Fremont Rocket, il cartello Center of the Universe Signpost, il monumento Waiting for the Interurban e la scultura Fremont Troll. Quest’ultima si trova sotto al ponte Aurora Bridge.

fremont-rocket.jpg
Versione 2
statua-di-lenin.jpg

CURIOSITÀ SULLA STATUA DI LENIN Pesa 7 tonnellate e fu progettata dall’artista slovacco Emil Venkov, che la installò a Poprad, in Slovacchia nel 1988. Venne però presto rovesciata in seguito alla rivoluzione del 1989. La scultura è unica nel suo genere, in quanto rappresenta Lenin circondato da pistole e fiamme invece che col libro sottobraccio come era usuale raffigurarlo. Questo per dare l’idea di un Lenin come violento rivoluzionario e non solo come intellettuale. La statua venne trovata con la faccia nel fango dal veterano americano Lewis Carpenter che la portò a Issaquah, Washington. Dopo la sua morte in seguito a un incidente automobolistico, la famiglia si accordò con la comunità di Fremont per ripagare i debiti lasciati da Carpenter.

  • Pioneer Square

Purtroppo quando sono andata io Pioneer Square subiva un rifacimento del manto stradale, quindi non l’ho potuta vedere per quella che è veramente. Ma comunque rimane una delle cose assolutamente da vedere a Seattle. Pioneer Square è il più antico quartiere di Seattle. La maggior parte degli edifici sono stati costruiti dopo il 1889, anno in cui un incendio devastò questa parte della città, che include anche il distretto finanziario. Architettonicamente lo stile è il Romanico Richardsoniano, caratterizzato da quei tipici mattoni rossi che si trova in parecchie città degli USA. Il quartiere è oggi pieno di gallerie d’arte, bar e locali notturni. L’edificio più iconico è la Smith Tower, che coi suoi 42 piani era il più alto palazzo ad ovest del Mississippi fino al 1931. Da vedere anche la Pergola in ferro, che ricorda una pensilina della metro parigina e l’Occidental Park, con dei totem realizzati dall’artista Chinook Duane Pasco.

Quando è meglio visitare Seattle?

Il periodo migliore per visitare Seattle è tra maggio e settembre.

Cosa mangiare a Seattle?

Tutta la regione nord-occidentale che si affaccia sul Pacifico attinge alle tradizioni delle tribù locali dei Nativi Americani, la cui dieta tradizionalmente era centrata sul cibo proveniente da caccia e pesca, specialmente di salmone, ma anche dalla raccolta e coltivazione di funghi, frutta e frutti di bosco. I vegetariani troveranno certamente verdure di altissima qualità. Seattle è infine celebre per aver inventato un nuovo modo di commercializzare il caffè, altra specialità delle regioni nord-occidentali. A Seattle, infatti, è nato il primo Starbucks della storia. Lo trovate proprio di fronte al Pike Place Market.

Diario di viaggio Ovest USA e Canada | Seattle e on the road nell'Idaho

Diario di viaggio Ovest USA e Canada | Seattle e on the road nell'Idaho

Diario di viaggio in solitaria nell'Ovest degli USA e Canada | Giorno 0

Diario di viaggio in solitaria nell'Ovest degli USA e Canada | Giorno 0