Come visitare il Bryce Canyon National Park (Utah) e cosa vedere

Come visitare il Bryce Canyon National Park (Utah) e cosa vedere

come-visitare-bryce-canyon.jpg

Come visitare il Bryce Canyon National Park (Utah) e cosa vedere

Il Bryce Canyon National Park è come un immenso castello gotico, solo che è tutta opera della natura. I caratteristici hoodoo dalle mille sfumature d'arancio, infatti, assomigliano a tante fitte guglie che si stagliano verso il cielo.

Il Bryce Canyon National Park è il più piccolo fra i parchi nazionali del sud dello Utah ma, come è risaputo, nelle botti piccole c’è il vino buono…

 

Come visitare il Bryce Canyon: in auto, col bus o a piedi

cosa-vedere-bryce-canyon.jpg

Se ti stai domandando come visitare il Bryce Canyon la risposta è semplice: guidando (o prendendo la navetta gratuita) e camminando.

visitare-bryce-canyon-utah.jpg

Le navette gratuite o shuttle bus si fermano a ogni punto d’interesse e partono dal centro visitatori che si trova all’inizio del Parco.

Se andate in auto, una volta dentro al parco non ci sono molte alternative. Basta proseguire dritti per l’unica strada che c’è, la Rim Road Scenic Drive, composta da diversi tornanti costeggiati da una marea di conifere.

Consiglio di partire col visitare il Bryce Canyon dalla cima, ossia da Rainbow Point, quindi guidare per quella trentina di chilometri che conducono al punto scenico più in alto, dal quale godere di una vista spettacolare su tutto il Bryce Canyon. Un impatto visivo da far venire il cuore in gola. Se riesci, fallo all’alba o al tramonto e rischierai un vero e proprio infarto tanto è magnifico il paesaggio davanti ai tuoi occhi.  La strada conduce a tutti gli 8 punti panoramici del parco (scopri più sotto quali sono), da cui osservare il canyon sotto tutti i punti di vista e senza faticare troppo.

Attraverso una serie di sentieri che dipartono da questi punti scenici, nei quali sono sempre disponibili parcheggi, potete anche addentrarvi in mezzo agli hoodoo e godere di una visuale dal basso o immergervi completamente nel canyon. Gli hoodoo formano come tanti anfiteatri, nei quali è possibile passeggiare utilizzando i percorsi previsti, più o meno difficili.

 

La domanda non è cosa vedere ma se hai abbastanza tempo per vederlo tutto

cosa-vedere-utah.jpg

Tra tutti i parchi americani che ho visto, il Bryce Canyon National Park è in assoluto il più facile e veloce da visitare. Data la posizione favorevole, è possibile fermarsi anche solo per una visita veloce, cosa che consiglio, sia che si provenga da Las Vegas, dallo Zion National Park, dal Grand Canyon o dal Capitol Reef e dintorni (Moab, Arches National Park, Canyonlands e via discorrendo).

Il popolo leggendario
Gli Indiani Paiute hanno abitato nella regione del Bryce Canyon per centinaia di anni prima dell’arrivo degli Europei Americani. Una tradizione sacra tramandata oralmente dai Paiute afferma che gli hoodoo sono un intero, antico Popolo Leggendario tramutato in pietra dai Coyote, come punizione per aver compiuto atti malvagi. Usanza vuole che i Paiute parlino di queste storie solo durante la stagione invernale. Primavera, estate e autunno sono invece da dedicare alla caccia, al gruppo e all’approvvigionamento di cibo. Non è rispettoso per questa usanza che la vera storia non sia ripetuta qui.

 

Hoodoo, ginepri e deserto in alta montagna

hoodoo.jpg

Gli ingredienti che compongono il Bryce Canyon e lo rendono tanto affascinante sono principalmente tre: gli hoodoo, i ginepri e il deserto in alta montagna. Sì, montagna, perché il centro visitatori si trova a 2496 metri d’altitudine e Rainbow Point, il punto scenico più elevato, a 2778 metri d’altitudine. Queste altitudini vi fanno capire bene che le temperature possono anche essere piuttosto basse in inverno, soprattutto se paragonate a quelle di altri Parchi dello Utah. In estate, quando sono andata io, si stava veramente bene, con una temperatura intorno ai 30°. I periodi migliori per visitare il Bryce Canyon National Park sono giugno e settembre. A luglio e agosto potrebbero esserci temporali. In inverno c’è la neve ma gli hoodoo sono magnifici da vedere innevati. Ai piedi del Bryce Canyon si trovano tutti i servizi utili ai viaggiatori, dai resort agli hotel, dai negozi ai ristoranti.

indiani-paiute.jpg

 

 Rim Road Scenic Drive

Come vi accennavo più sopra, la Rim Road Scenic Drive è la strada principale e conduce ai punti scenici del Parco. Lunga una trentina di chilometri, vi permetterà di raggiungere i luoghi da cui ammirare panorami mozzafiato, come quello del Bryce Amphitheater, con gli hoodoo dalle colorazioni arancio, ocra, magenta, bianco che contrastano col verde intenso della pineta. I punti scenici raggiungibili da Rim Road Scenic Drive sono (in ordine dalla cima):

  1. -       Rainbow Point
  2. -       Fairview Point
  3. -       Paria View
  4. -       Bryce Point
  5. -       Inspiration Point
  6. -       Sunset Point
  7. -       Sunrise Point
  8. -       Fairyland Point
  • Escursioni al Bryce Canyon

national-park-utah.jpg

In estate e a settembre, i ranger del Parco organizzano diverse passeggiate lungo i sentieri del Bryce, sui bordi del canyon e al suo interno, dando la possibilità di vedere da vicinissimo i famigerati hoodoo. I ranger organizzano anche escursioni notturne, che devono essere un vero spettacolo, con la luce delle migliaia di stelle e della luna a rischiarare il profilo unico e inimitabile del Bryce Canyon. Per chi vuole fare in maniera autonoma, sono presenti diversi sentieri molti dei quali sono abbastanza faticosi e richiedono tempo, data l’altitudine e visto che sono caratterizzati da salite e discese spesso ripide. Ecco le principali escursioni che si possono fare:

  1. -       Rim Trail: è il percorso più facile, sola andata, lungo in totale una decina di chilometri (ma potete tornare indietro quando volete se non avete tempo o vi fa fatica). Permette di ammirare il Bryce Amphitheater che si estende da Fairyland Point a Bryce Point.
  2. -       Navajo Loop: difficoltà moderata ma è uno dei sentieri più popolari. Lungo poco più di 2 km, prevde un dislivello di 160 metri e permette di ammirare il famoso Wall Street, uno stretto canyon.
  3. -       Fairyland Loop: un loop di 13 km che richiede almeno 4-5 ore di camminata, con un dislivello di 213 metri, tutti su e giù.
  4. -       Bristlecone Loop: facile camminata di solo 1,5 km che regala una vista mozzafiato che si estende oltre 160 km.
pineta.jpg
"Paura e disgusto a Las Vegas" (libro): road-trip in tutti i sensi

"Paura e disgusto a Las Vegas" (libro): road-trip in tutti i sensi

Cosa vedere allo Zion National Park nello Utah (Stati Uniti)?

Cosa vedere allo Zion National Park nello Utah (Stati Uniti)?